Carichi sospesi

un video sul tema degli incidenti sul lavoro
Maurizio Maliore su 2087 Rls, rivista di formazione e informazione per la sicurezza sul lavoro, anno 5 numero 3

CARICHI SOSPESI IN VIDEO

 

 

"Carichi sospesi" e' il titolo del bel filmato realizzato per l'Anmil (Associazione nazionale mutilati e invalidi sul lavoro) dal giornalista Stefano Mencherini, un prodotto che meriterebbe molti passaggi televisivi.
Lo stile e' quello rapido e incisivo delle inchieste giornalistiche. Parlano gli sfortunati protagonisti di infortuni gravi: chi ci ha rimesso le gambe, chi un braccio.
Scorrono le immagini della fisioterapia e del centro protesi dell'Inail, con i commenti degli esperti di turno. Fra questi anche Milena Gabanelli, la conduttrice di Reporter, la trasmissione di Rai Tre alla quale in parte il filmato sembra ispirarsi.
Fulminanti come le sue vignette gli interventi di Vauro Senesi, che si chiede con uno dei suoi personaggi "perche' le chiamano morti bianche?" e si risponde, cancellandolo con la gomma, "perche' vengono cancellate". Il disegnatore sottolinea come l'informazione abbia gravi responsabilita', perche' di solito ci sono molte omissioni.
"Se c'e' una piaga sociale come quella degli infortuni -sottolinea Vauro- questo dovrebbe essere uno dei temi principali da affrontare attraverso inchieste e approfondimenti"
Invece sembra che -non facendo audience- gli incidenti sul lavoro non possano trovare un'adeguata collocazione nei palinsesti televisivi.
Al contrario c'e' un'assoluta necessita' di vedere sui circuiti televisivi prodotti come questo, per diffondere una vera cultura della sicurezza sul lavoro.